PIANIFICAZIONE E PAESAGGIO DELLA SARDEGNA
sardegnaterritorio  ›  agenda  ›  leggi e delibere  ›  modifica dei vincoli nei corsi d'acqua del comune di...
Modifica dei vincoli nei corsi d'acqua del Comune di Settimo S. Pietro
Modificato e integrato con delibera del 24/09/2008 l’elenco dei tratti dei corsi d’acqua ritenuti irrilevanti dal punto di vista paesaggistico.
Consulta la delibera

La legislazione nazionale sulla tutela dei corsi d'acqua
Le disposizioni del Codice Urbani (D.Lgs 42/2004) in materia di tutela paesaggistica includono tra le “aree tutelate per legge” (art. 142 comma 1 lettera c) “i fiumi, i torrenti, i corsi d’acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici, approvato con RD 11/12/1933, n. 1775, e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna”.
La determinazione della specifica disciplina ordinata alla tutela e valorizzazione dei corsi d’acqua di cui sopra, è demandato alle Regioni che, nell’elaborazione del piano paesaggistico, procedono alla loro puntuale individuazione (art. 143 comma 1 lettera b).

La legislazione regionale sulla tutela dei corsi d'acqua
Il piano paesaggistico della Sardegna recepisce le disposizioni del Codice Urbani e stabilisce, all’art. 17, comma 3, lettera h delle NTA, che fiumi, torrenti e corsi d’acqua del territorio regionale, con le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna, sono una “categoria di beni paesaggistici” del PPR.
Tale definizione estende la tutela degli elementi idrografici iscritti negli elenchi di cui al RD 11/12/1933, n. 1775, ai corsi d’acqua individuati negli allegati cartografici del PPR.

Irrilevanza paesaggistica
L’ art. 142 comma 3 del Codice Urbani, come recentemente modificato dal D.Lgs. n. 63 del 26 marzo 2008, attribuisce alla Regione la possibilità di individuare, tra i fiumi, i torrenti e i corsi d'acqua iscritti negli elenchi previsti dal R.D. n. 1775/1933, quelli che, in tutto o in parte, abbiano perso i caratteri connotativi dell'interesse paesaggistico e vadano dichiarati irrilevanti dal punto di vista paesaggistico.
L’assessore degli Enti locali, finanze e urbanistica, con nota n. 84/gab del 10 marzo 2008, ha invitato le Amministrazioni comunali della Sardegna a comunicare i tratti dei corsi d’acqua iscritti negli elenchi considerati irrilevanti sotto il profilo paesaggistico, richiedendo contestualmente esaurienti motivazioni a sostegno delle eventuali richieste di esclusione degli stessi dal vincolo di cui all’art. 142, comma 2, del D.Lgs. n. 42/2004.

A seguito dell’esame degli atti trasmessi dal Comune di Settimo San Pietro all’Assessorato Enti locali, finanze e urbanistica, la Giunta regionale ha deliberato (DGR 51/18 del 24.09.2008) di modificare e integrare l’elenco dei tratti dei corsi d’acqua ritenuti irrilevanti dal punto di vista paesaggistico ricadenti nel territorio comunale di Settimo S. Pietro, individuati con la deliberazione della Giunta n. 35/11 del 24 giugno 2008.