PIANIFICAZIONE E PAESAGGIO DELLA SARDEGNA
sardegnaterritorio  ›  urbanistica  ›  anagrafe immobiliare
Anagrafe immobiliare
 
info
La Regione Sardegna, attraverso la realizzazione del progetto Anagrafe Immobiliare Regionale, intende supportare il passaggio delle competenze in materia di catasto dallo Stato verso i Comuni, allo scopo di realizzare un effettivo e totale censimento dei beni immobili ed un completo recupero dei dati catastali. L’integrazione delle informazioni catastali, provenienti dall’Agenzia del Territorio, con quelle relative ai procedimenti edilizi, atti di variazione catastale, istituzione di vie e numerazione civica, gestite dagli Enti Locali, permetteranno una più efficace gestione del territorio e un ottimale controllo della fiscalità immobiliare.
Il progetto L’Anagrafe Immobiliare Regionale è un’iniziativa promossa dalla Regione Sardegna al fine di facilitare il processo del decentramento catastale verso gli Enti Locali, previsto dal DPCM 14 giugno 2007: Decentramento delle funzioni catastali ai comuni.
I dati territoriali La componente cartografica riveste un ruolo chiave nel processo di formazione dell’Anagrafe Immobiliare. A tal fine, il Servizio Informativo Territoriale Regionale ha condotto diverse azioni volte alla realizzazione delle diverse banche dati regionali che costituiscono la base conoscitiva necessaria per attuare il progetto.
Le infrastrutture e i servizi Requisito fondamentale per l’attivazione dell’Anagrafe Immobiliare è l’esistenza di un’infrastruttura di dati territoriali (IDT). La Regione Sardegna ha avviato a marzo 2005 i lavori per la realizzazione del SITR e della relativa IDT. L’iniziativa comprende anche la realizzazione del sistema SIT2COM, che rappresenta l’estensione dei servizi, già implementati nel SITR-IDT, verso gli Enti Locali.
Decentramento funzioni catastali Nella delibera N. 41/35 del 17 ottobre 2007, Supporto agli Enti Locali per la gestione decentrata del catasto e dei tributi locali, la Giunta Regionale individua le azioni necessarie per supportare il processo del decentramento catastale verso gli Enti Locali, previsto dal DPCM 14 giugno 2007, allo scopo di realizzare un effettivo e totale censimento dei beni immobili ed un completo recupero dei dati catastali.